saiospa@libero.it | +39 0831 304605
Request could not be processed : UAE

Margarine più leggere grazie all’impegno delle imprese

by :
comment : 0

L’industria di settore ha aggiornato il codice di autodisciplina europeo, riducendo ulteriormente la quota di grassi trans consentita nei prodotti spalmabili e per uso industriale. Confermato inoltre l’impegno a favore di una maggiore tutela della salute.

 

Un’ulteriore riduzione dei grassi trans contenuti nei condimenti spalmabili e nelle margarine industriali e un rinnovato impegno in difesa della salute. Queste le principali modifiche del Codice di autodisciplina UE promosso dall’IMACE, la Confederazione europea che rappresenta il settore, con il contributo del Gruppo Margarine di ASSITOL, l’Associazione italiana dell’industria olearia.

Secondo le nuove regole stabilite a Bruxelles, i prodotti di ultima generazione non dovranno contenere più del 2% di grassi trans (conosciuti anche come TFA) su base grassa, vale a dire meno dell’1% di tutto il prodotto, come raccomandato anche in ambito medico. L’eccesso di TFA è infatti considerato dannoso per il cuore e la circolazione.

La norma, peraltro, recepisce quanto già è avvenuto per la maggior parte dei condimenti spalmabili e per i prodotti di uso industriale che, secondo il monitoraggio di settore in ambito UE, si sono attestati da tempo su una quota di grassi trans pari all’1,7. Tale progresso si deve ad un’attenta riformulazione delle ricette e al ricorso a tecnologie d’avanguardia, che hanno praticamente eliminato i grassi idrogenati dalle margarine di ultima generazione.

 

Il Codice di autodisciplina ribadisce, inoltre, l’impegno delle aziende del comparto a tutela del benessere del consumatore, attraverso la selezione di ingredienti sempre più leggeri e di nuove componenti utili come ausilio per particolari regimi dietetici. Al riguardo l’industria ha scelto di privilegiare gli oli vegetali nelle ricette della margarine moderne per il loro contenuto di grassi mono e polinsaturi, e di aggiungervi fitosteroli e ingredienti naturalmente ricchi di Omega 3, i cosiddetti “grassi buoni”, la cui importanza per la lotta contro il colesterolo è ormai accertata.

ASSITOL, che ha partecipato attivamente ai lavori di revisione del Codice europeo del settore, conferma così l’attenzione delle imprese associate nei confronti dei consumatori, sempre più sensibili in materia di sicurezza alimentare e di salvaguardia della salute.

Ufficio stampa ASSITOL: Silvia Cerioli stampa@assitol.it, Mobile 338.7991367, Tel. 06.69940058.

 

Roma, 12 aprile 2013