saiospa@libero.it | +39 0831 304605
Request could not be processed : UAE
Sansa disoleata

Sansa disoleata

Sottoprodotto secco risultante dal processo di estrazione dell’olio residuo della sansa vergine di oliva, esso è conforme all’Allegato X, Parte V, Sezione 4, comma 1, lettera f del Decreto Legislativo 3 aprile 2006 n. 152 e s.m.i.

La composizione chimica della sansa di oliva disoleata è identica a quella del frutto naturale dell’olivo, esclusa la componente olio ed acqua. Sia a livello industriale che domestico viene largamente utilizzata ai fini energetici per produrre calore.

Tutti i sansifici, come le raffinerie, utilizzano come unica fonte di energia termica quella indotta dalla combustione di sansa di oliva disoleata sia per l’essiccazione delle sanse vergini che per la produzione di vapore, utile nella fase di estrazione e raffinazione dell’olio grezzo; non da meno sono i consumi delle grandi centrali a biomassa che utilizzano tale combustibile per produrre energia rinnovabile. La sansa di oliva disoleata viene venduta sia alla rinfusa che in comodi sacchi.